Sally si è alzata non appena ha visto il chirurgo uscire dalla sala operatoria. Ha chiesto: “Come sta il mio bambino? Andrà bene? Quando posso vederlo? " Il chirurgo ha risposto: “Mi dispiace; Abbiamo fatto tutto il possibile ma suo figlio non è sopravvissuto ”.

Sally ha detto: "Perché i bambini si ammalano di cancro? Dio non si cura di loro? Dov'eri, Dio, quando mio figlio aveva bisogno di te? "

Il chirurgo ha chiesto: "Ti piacerebbe trascorrere un po 'di tempo da solo con tuo figlio? Una delle infermiere uscirà tra pochi minuti prima di essere trasportata all'università ".

Sally ha chiesto all'infermiera di restare con lei mentre salutava suo figlio. Fece scorrere amorevolmente le dita tra i folti capelli rossi ricci di suo figlio.

"Vorrei una ciocca dei tuoi capelli?" ha chiesto l'infermiera. Sally ha detto di sì. L'infermiera tagliò una ciocca di capelli, la mise in una busta di plastica e gliela porse. La mamma ha detto: “L'idea di Jimmy è stata quella di donare il suo corpo per studiare all'università. Ha detto che forse avrebbe aiutato qualcun altro. Anche se ho rifiutato in prima istanza, Jimmy ha detto: 'Mamma, non lo userò una volta che morirò. Forse aiuterò un altro bambino a trascorrere un altro giorno con sua madre ». Continuo; "Il mio Jimmy aveva un cuore d'oro, pensava sempre agli altri, voleva sempre aiutarli, se possibile."

Sally ha lasciato l'ospedale pediatrico per l'ultima volta dopo aver trascorso gran parte degli ultimi sei mesi lì. Mise la borsa con le cose di Jimmy sul sedile accanto a lui in macchina. Il viaggio di ritorno a casa è stato difficile; era ancora più difficile entrare nella casa vuota. Portò gli effetti personali di Jimmy nella busta di plastica con la sua ciocca di capelli nella stanza di suo figlio. Cominciò a mettere i carri e altre cose personali nella sua stanza nel punto esatto in cui li teneva. Si è buttata sul letto del figlio, abbracciandosi il cuscino, e si è addormentata piangendo. Era mezzanotte circa quando Sally si svegliò. Accanto a lei sul letto c'era una lettera piegata. La lettera diceva:

Cara mamma:

So che ti mancherò; ma non credo che ti dimenticherò mai o smetterò di amarti solo perché non sono lì per dirtelo; Ti amerò per sempre, mamma, ogni giorno di più. Un giorno ci rivedremo; Fino ad allora, se vuoi adottare un bambino in modo da non essere così solo, per me andrebbe bene. Può avere la mia stanza e le mie cose con cui giocare. Ma se decidi di adottare una ragazza, potrebbe non piacerle le stesse cose che fanno i ragazzi. Dovrai comprare le sue bambole e le sue cose. Non essere triste pensando a me; questo è davvero un bel posto. I nonni mi hanno accolto appena arrivato e mi hanno mostrato qualcosa del luogo, ma ci vorrà molto tempo per vedere tutto. Gli angeli sono fantastici e adoro guardarli volare. E tu sai cosa?

Gesù non assomiglia a nessuno dei suoi dipinti. Tuttavia, quando l'ho visto, ho capito che era Lui. Gesù stesso mi ha portato a vedere Dio! E indovina cosa, mamma? Mi sono seduto sulle ginocchia di Dio e gli ho parlato, come se fosse una persona importante. Fu allora che gli dissi che volevo scriverti una lettera per salutarti e tutto, ma che sapevo che non era permesso. Beh, sai una cosa, mamma? Dio mi ha dato carta e penna personale per scriverti questa lettera. Penso che Gabriel sia il nome dell'angelo che te lo porterà. Dio mi ha chiesto di rispondere a una delle domande che gli avevi fatto: "Dov'era quando avevo bisogno di lui?" 'Dio ha detto che era accanto a me, come quando Gesù era sulla croce; Era lì, come sempre, con tutti i Suoi figli. '

Oh, a proposito, mamma, nessun altro può vedere cosa ti ho scritto tranne te. Per tutti gli altri, questo è solo un pezzo di carta bianco, non è fantastico? Devo restituire la sua penna a Dio adesso. Ne hai bisogno per scrivere altri nomi nel Libro della Vita. Stasera mi siederò con Gesù a tavola; Sono sicuro che il cibo sarà eccellente.

Oh, quasi dimenticavo di dirtelo: niente fa più male. Il cancro è andato; Sono felice perché non potevo più sopportare il dolore e nemmeno Dio poteva sopportare di vedermi soffrire così tanto. Fu allora che mandò l'Angelo della Misericordia a portarmi. L'Angelo ha detto che era una consegna speciale! Che ne dite di?

Firmato con amore da Dio, da Gesù e da me ”.

Autore sconosciuto

La narrativa di oggi, sebbene ovviamente concepita nel cuore di qualcun altro che catturata dalla realtà degli eventi che li circondano, non è priva di molteplici insegnamenti e applicazioni. Ed è che questa narrazione ci dà un'idea di ciò che la Parola di Dio descrive chiaramente come il nostro destino eterno. Ma afferma anche ciò che Dio stesso ci dice nella sua Parola: che è sempre con noi fino alla fine ... che non ci lascerà né ci abbandonerà ... non importa quanto difficili possano sembrare le circostanze!

Potrebbe non darci una risposta alla domanda sul perché i bambini si ammalano di cancro, ma ci fa capire che una tale condizione non li separa in alcun modo dall'amore di Dio che è al di là di ogni conoscenza umana. Per tutti noi che abbiamo perso una persona cara, questa narrazione afferma ciò in cui crediamo basato sulla Parola.

Infine, il pensiero ci incoraggia a rafforzarci nel Signore e nel potere della Sua potenza di fronte a tutte le avversità che affrontiamo. Perché non approfittare di questo fine settimana per riunirci insieme per adorare Dio e permettergli di affermare le Sue promesse nella nostra vita? Vai avanti, buon fine settimana e che il Signore ti benedica abbondantemente.

Raul Irigoyen

Il pensiero del cappellano