"Mantenetevi nell'amore di Dio, aspettando la misericordia di nostro Signore Gesù Cristo, per la vita eterna". Giuda 21.

Oggi, devo essere più sensibile alla necessità dell'amore di Dio. So di essere stato egoista in questo, pensando solo al bisogno del mio amore ea come avrei potuto soddisfarlo. Quello che trovo nella Bibbia non è solo che l'amore di Dio mi raggiunge e mi soddisfa, ma che ancora di più Dio mi chiede di amarlo. Gesù chiese a Pietro: "Pietro mi ami". Tre volte l'ha fatto e penso che oggi la domanda mi arrivi al cuore.

Quando il Signore mi chiede se lo amo, in realtà lo sa, ma mi chiede di dimostrarglielo e di dargli chiara evidenza di quello che gli dico spesso. L'amore non si accontenterà mai di astrazioni, ma solo di prove tangibili. Ogni giorno sono incline a non mantenermi nell'amore di Dio… Quando la Parola di Dio dice: mantenetevi, in realtà sta dicendo, rimanete in quel cerchio in cui non solo ricevete, ma anche date.

Oggi penso alla moltitudine di volte che ho voluto solo godere dell'amore di Dio, ma non mi sono donato in modo chiaro e preciso nei suoi confronti. Dimentico che l'amato ha bisogno di amanti, il Salvatore ha bisogno di peccatori, l'adorato ha bisogno di adoratori. Dimentico che devo non solo essere amato da lui, ma amarlo, quando in preghiera vengo solo con la lunga lista di richieste, le cose che voglio ricevere da lui, le cose che voglio che faccia per me invece di entrando spesso alla sua presenza e solo per aprire il mio cuore e lasciare che l'offerta profumata di adorazione e amore salga davanti al suo trono e poi sentire la sua dolce rugiada d'amore e benedizione. 

Grazie Signore per la tua presenza e la tua gentilezza. Oggi voglio restare nel tuo amore, dolce e potente. No, oggi non voglio perdere di vista la grande opportunità di ricevere il tuo amore, ma anche di esprimerlo. Sebbene tu viva in paradiso, vuoi anche essere vicino a me, e in me, e che io allo stesso tempo diventi uno con te in una compagnia personale.

Signore, ora capisco cosa intendi in Deuteronomio 32: 9 "La parte del Signore è il suo popolo". La santità è la tua più grande esigenza, ma la tua gente è la tua più grande gioia. Signore aiutami a deliziarmi con te con cento modi per esprimerti il mio amore.

Oggi capisco che posso amarti perché mi hai amato per primo. Se mi tengo nel tuo amore, scoprirò che la vita allora ha senso e forza. La forza che viene da te mi riempie e mi soddisfa per vivere questa giornata con la soddisfazione di amarti ed essere amato. Grazie mio Signore. Amen.

Serafin Contreras Galeano
www.serafincontreras.com
http://www.facebook.com/SerafinContrerasGaleano