Non essere in ansia per nulla; ma lasciate che le vostre richieste siano rese note davanti a Dio in ogni preghiera e supplica, con rendimento di grazie. E la pace di Dio che supera ogni comprensione custodirà i vostri cuori e le vostre menti in Cristo Gesù. Filippesi 4: 6-7.

Non essere ansioso, ma prega; non preoccupazioni, ma tanta comunione con Dio. Metti le tue suppliche davanti al Signore della tua vita, custode della tua anima. Avvicinati a Lui con due parti di preghiera e una parte di sincera lode. Non pregare con dubbi, ma con gratitudine.

Assicurati che le tue richieste siano state esaudite, quindi loda il Signore per la sua misericordia. Egli profonde le sue benedizioni su di te; grazie. Non nascondigli nulla, né tieni nel petto alcuna inquietudine che turbi il tuo cuore; "Fai conoscere le tue richieste."

Non rivolgetevi all'uomo, ma solo a Dio, al Padre di Gesù che vi ama in Lui. In questo modo troverai la pace di Dio. Non puoi mai capire quanta pace ti inonderà. Ti terrà tra le sue braccia amorevoli. Il tuo cuore e il tuo spirito saranno sommersi da Gesù Cristo in un oceano di riposo.

La vita o la morte vengono su di te, povertà o dolore, calunnia o odio, sarai sempre al riparo da ogni tempesta, soprattutto dalle nuvole che ti minacciano. Perché non obbedisci a questo ineffabile comando?
Sì, Signore, io credo in te, ma aiuta la mia incredulità.

Oggi scaricherò tutta la mia ansia sull'altare del Signore. Si prende cura di me meglio di chiunque altro.

Signore, grazie per avermi dato il tuo amore e la tua grandezza. Grazie per aver allungato la tua mano di guarigione e avermi rafforzato. Amen.

Charles Spurgeon.
Libretto degli assegni della Bank of Faith.