Ci sono due mari in Palestina.

Uno è fresco e pieno di pesce, bellissime piante adornano le sue rive; gli alberi vi stendono i rami e allungano le radici assetate per bere le sue acque salutari ei bambini giocano sulle sue spiagge.

Il fiume Giordano rende questo mare con acque spumeggianti dalle colline, che ridono al tramonto. gli uomini costruiscono le loro case nelle vicinanze e gli uccelli i loro nidi e tutti i tipi di vita sono felici di essere lì.

Il fiume Giordano scorre a sud verso un altro mare, qui non ci sono tracce di vita, né mormorii di foglie, né canti di uccelli, né risate di bambini.
I viaggiatori scelgono un'altra strada, solo per urgenza la attraversano, l'aria è densa sulle sue acque e nessun uomo, bestia o uccello la beve.
Cosa fa questa grande differenza tra i mari vicini?

Non è il fiume Giordano. Porta la stessa acqua a entrambi. Non è il terreno su cui si trovano, né il campo che li circonda.

La differenza è questa:

Il mare di Galilea riceve il fiume ma non lo trattiene. Per ogni goccia che lo raggiunge, ne esce un'altra.

L'altro mare conserva il suo reddito e ogni goccia che arriva, rimane lì. Lo chiamano il Mar Morto.

Che grande esempio che Dio ci dà attraverso la natura. Impariamo ad essere un canale di benedizione per gli altri, se Dio ci benedice con il suo amore, diamo amore a coloro che ci circondano, se ci dà perdono, offriamo perdono, tutti abbiamo ricevuto qualcosa direttamente dal cielo per continuare a fluire verso gli altri, non lo permettiamo ristagnare lì. Più importante in questa vita che vincere da soli è aiutare anche gli altri a vincere. Anche se questo significa rallentare o cambiare rotta.

Atti 20:35 "È più benedetto dare che ricevere"
Luca 6:38
Dai, e ti sara dato; buona misura, pressate, scosse e traboccanti ti daranno in grembo; perché con la stessa misura con cui misuri, ti misureranno di nuovo "