Se solo potessi seguire i comandamenti così e facilmente come il mio cane ...

per: JEFFREY BRUNO 

Ho praticamente sempre avuto cani nella mia vita. In effetti, non ricordo troppe occasioni in cui una creatura che aveva bisogno di una passeggiata, cibo, toelettatura e giochi non fosse in casa nostra. tiro alla fune.

C'era un cane in particolare che ha avuto un profondo impatto sulla mia vita. Il suo nome era Beatrice. È entrato nelle nostre vite quando aveva circa otto anni. Era un bellissimo pastore tedesco che soffriva di una mielopatia degenerativa in rapida progressione.

Questa condizione erode lentamente il midollo spinale e provoca la perdita della funzionalità delle gambe e, quando arriva il momento, della capacità di respirare. Durante i due anni in cui è sopravvissuta alla sua condizione e che ha vissuto con noi, ho imparato tutto sui cani, sull'amore e sulla vita, su Dio:

Il semplice concetto di gioia che i cani provano per me è un mistero. La loro felicità sembra essere collegata a quanto è grande la loro speranza e quanto sono disposti a essere vulnerabili, oltre a trovare soddisfazione nelle piccole cose.

Mi viene in mente che se volessimo conoscere una simile felicità, dovremmo aprirci allo Spirito Santo, essere disposti a mantenere la speranza e vedere il valore dei piccoli doni che Dio ci concede, quotidianamente.

Nessuno riposa più sinceramente di un cane! È vero che Dio ci dice che dobbiamo riposare una volta alla settimana nel giorno del Signore, ma anche l'esempio dei cani può aiutarci a vivere più pienamente se investiamo nel nostro tempo libero, in modo che non sia solo un altro compito che c'è cosa fare quando non c'è lavoro, ma un momento di sincero relax.