MIGLIORE è la buona reputazione che il buon unguento; e il giorno della morte che il giorno della nascita.

Due Migliore È andare alla casa del lutto che alla casa della festa: perché quella è la fine di tutti gli uomini; e chi vive smetterà di mentire.

Migliore è rabbia quella risata: perché con la tristezza del viso il cuore si riparerà.

Il cuore dei saggi, nella casa del lutto; ma il cuore degli stolti, nella casa del piacere.

Migliore È ascoltare il rimprovero dei saggi, che il canto degli stolti.

Perché la risata dello stolto è come il rumore delle spine sotto la pentola. E anche questa è vanità.

Certamente l'oppressione fa impazzire il saggio: e il presente corrompe il cuore.

Meglio è la fine del business che il suo inizio: meglio è la fine di esp

spirito che lo spirito elevato.

Non abbiate fretta di adirarvi nel vostro spirito, perché l'ira riposa nel seno degli stolti.

10 Non dire mai: qual è la causa per cui i tempi passati erano migliori di questi? Perché non lo chiederai mai saggiamente.

undici Il bene è la scienza ereditaria; e ancora di più a chi vede il sole.

12 Perché la scienza è uno scudo e il denaro è uno scudo: ma la saggezza supera in quanto dà la vita a chi la possiede.

13 Guarda l'opera del Signore; perché chi può raddrizzare ciò che ha fatto storto?

14 Nel giorno del bene goditi il bene; e considera nel giorno del male. YAHVEH ha fatto anche questo prima dell'altro, in modo che l'uomo non trovi nulla dietro di lui.

quindici Tutto questo l'ho visto nei giorni della mia vanità. C'è un uomo giusto che perisce a causa della sua giustizia, e c'è un uomo malvagio che prolunga i suoi giorni a causa della sua malvagità.

16 Non essere troppo giusto, né troppo saggio: perché ti distruggerai?

17 Non fare molto male, né essere sciocco: perché morirai prima del tempo?

18 È bene che tu prenda questo, e anche da questo un altro non tolga la mano; perché chi teme il Signore uscirà con tutto.

19 La saggezza rafforza i saggi più di dieci potenti della città in cui si trovavano.

venti Certamente non c'è un uomo giusto sulla terra, che fa il bene e non pecca mai.

ventuno Non applicare il tuo cuore a tutte le cose che vengono dette, per non sentire il tuo servo dire cose cattive su di te:

22 Perché il tuo cuore lo sa, come hai detto male anche sugli altri molte volte.

2. 3 Tutte queste cose le ho provate con saggezza, dicendo: sono diventato saggio: ma lei è lontana da me.

24 Lontano è ciò che era; e il profondo chi lo troverà?

25 Mi sono circondato del mio cuore conoscendo, esaminando e indagando la saggezza e la ragione; e per conoscere la malvagità della follia e la follia dell'errore;

26 E ho trovato la donna più amara della morte, che è reti e lega il suo cuore; le sue mani come legature. Chi piace a Dio ne sfuggirà; ma il peccatore vi sarà imprigionato.

27 Ecco, questo l'ho trovato, dice il Predicatore, soppesando le cose una ad una per trovarne la ragione;

28 Quello che la mia anima cerca ancora e io non riesco a trovare: un uomo su mille l'ho trovato; ma donna di tutte queste non l'ho mai trovata.

29 Ecco, ho scoperto solo questo: che il Signore ha reso l'uomo retto, ma hanno cercato molti conti

Libro dell'Ecclesiaste, capitolo 7