“Avevo 16 anni e vivevo con i miei genitori nell'Istituto che mio nonno aveva fondato a 18 miglia fuori dalla città di Durban, in Sud Africa, nel mezzo delle piantagioni di zucchero.

Eravamo bene in campagna e non avevamo vicini, quindi io e le mie due sorelle eravamo sempre entusiasti di poter andare in città a trovare amici o andare al cinema.

Un giorno mio padre mi ha chiesto di portarlo in città per partecipare a una conferenza che è durata tutto il giorno e ho colto al volo l'opportunità.

Mentre stavo andando in città, mia madre mi ha dato una lista di cose del supermercato di cui avevo bisogno e dato che stavo per passare l'intera giornata in città, mio padre mi ha chiesto di occuparmi di alcune cose in sospeso come portare la macchina al garage.

Quando ho salutato mio padre, ha detto: -Ci vediamo qui alle 17:00 e torniamo a casa insieme.-

Dopo aver completato molto velocemente tutti gli incarichi, sono andato al cinema più vicino. Mi sono così concentrato sul film, una controfigura di John Wayne che ho dimenticato il tempo. Erano le 17:30 quando mi sono ricordato. Sono corso al garage, ho preso la macchina e sono corso dove mio padre mi stava aspettando. Erano quasi le 18:00

Mi ha chiesto ansiosamente: "Perché sei in ritardo?" Mi dispiaceva per questo e non potevo dirgli che stavo guardando un film di John Wayne. Così gli ho detto che la macchina non era pronta e dovevo aspettare. L'ho detto senza sapere che mio padre aveva già chiamato l'officina.

Quando si è reso conto che avevo mentito, mi ha detto: -Qualcosa non va nel modo in cui ti ho cresciuto che non ti ha dato la sicurezza di dirmi la verità. Rifletterò su cosa ho fatto di sbagliato in te. Camminerò per 18 miglia verso casa e penserò a questo.

Così vestito con l'abito e le scarpe eleganti, iniziò a camminare verso casa lungo sentieri che non erano né cementati né illuminati. Non potevo lasciarlo solo ... Così ho guidato per 5 ore e mezza dietro di lui ... Guardando mio padre soffrire l'agonia di una stupida bugia che avevo detto.

Da lì ho deciso che non avrei mai più mentito.

Qualcuno una volta chiese al grande Aristotele:

- "Cosa si guadagna mentendo?"
- "Non ti credere quando dici la verità" rispose il filosofo.

Salmo 119: 29
Allontana da me la via delle bugie, e nella tua misericordia concedimi la tua legge.
Proverbi 13: 5
Il giusto odia una parola falsa;
Salmo 32: 2
Beato l'uomo a cui Dio non biasima l'iniquità e nel cui spirito non c'è inganno.
Salmo 34:13
Trattieni la tua lingua dal male e le tue labbra dal parlare inganno.