Molti si chiedono:

Qual è la mia ragione di vita?

Perché devo soffrire?

Perché mi sono innamorato di questa persona?

Perché sono in debito?

Come è successo a me?

Insomma, viviamo ponendoci tante domande sulla vita, su quanto è stata ingrata la vita con noi. Non capiamo che abbiamo la chiave per essere liberi, il motivo è che siamo prigionieri e carcerieri dei nostri pensieri.

Abbiamo creato o creato tutti i problemi con un livello di pensiero, per cambiare il problema o risolverlo ho bisogno di cambiare i miei pensieri.

Gesù dice: "E conoscerai la verità, e la verità ti renderà libero." Giovanni 8:32 (NIV)

Molti di noi conoscono questo verso ma non lo applicano alla nostra vita. Se sappiamo questo, perché non scegliere di vincere con ciascuna delle promesse che Dio ha per noi, per realizzarle, per avere successo nella vita, nelle relazioni, negli affari e nel ministero. Ora devi definire cos'è il successo per te, il successo non ha nulla a che fare con la fama, i soldi e il potere. Il successo è il risultato della nostra obbedienza a Dio e alla sua Parola.

Quando conosci la verità, non devi continuare a vivere in schiavitù. La verità ti aiuta a costruire il futuro che stai sognando. È una questione di atteggiamento, l'atteggiamento di vivere liberi senza paura e le nostre convinzioni giocano un ruolo molto importante in esso.

Cosa credo?

Quello in cui credo influisce sul mio comportamento, sul mio modo di essere, sul mio modo di relazionarmi con gli altri.

Quali sono le mie convinzioni?

Una convinzione può generare possibilità: "posso" o limitare: "non posso". Purtroppo le persone tendono a imprigionarsi maggiormente in quest'ultima, restando cieche a tutto il potenziale che esiste in ognuna. Ad esempio, crediamo nella risurrezione di Cristo ma dimentichiamo che la vita cristiana si vive nel potere della risurrezione.

Ricorda Giobbe, le sue sagge parole: So che il mio redentore vive e che alla fine trionferà sulla morte. (19:25)

Accettiamo le nostre convinzioni come vere, ma le convinzioni possono essere cambiate. Quello che sai o quello che stai vivendo può cambiare. A seconda di come dico quello che dico, creerò esperienze positive o negative.

Scegliamo di creare generatori di energia, la parola di Dio è viva ed efficace. La nostra mente accetta qualunque cosa decidiamo di credere. Sono solo pensieri, idee e possiamo gestirli a nostro piacimento, Dio ti ha creato con quella capacità, non ti ha fatto un robot o un burattino.

Molti pregano, leggono la Bibbia, vanno in chiesa, danno e questo va bene, ma poiché non vedono soddisfatte le loro richieste, pensano che Dio non li ascolti, che non si preoccupi di loro, che sono indegni, che stanno sprecando il loro tempo E perché pregare se Dio non mi concede ciò che voglio e poiché non hanno una risposta immediata alle loro preghiere, si scoraggiano e pensano che sia meglio dimenticare Dio.

La sua convinzione è che nulla possa cambiare la sua situazione, che Dio lo voglia e lo abbia determinato in quel modo. La verità è che sono pieni di religiosità e non stanno sperimentando la libertà di avvicinarsi a Dio come un padre, come un amico.

Dio è un Dio di relazione non di religione, vuole che ti fidi di Lui anche se non capisci.

Credi anche se non lo capisci, devi solo credere e dichiarare le sue promesse sulla tua vita e sulla tua famiglia. Dio non vuole vederti schiavo, per questo ha mandato suo figlio Gesù affinché abbiamo vita e abbondanza. Ti ricordo che la vita cristiana è più che buona volontà, è la potenza di Dio che agisce su di noi.

Dio vuole il meglio per te, ti ha dato tutte le cose, ma si aspetta che prendiamo la decisione di essere responsabili e ci impegniamo a vivere la vita al massimo. Responsabilità e impegno sono distinzioni che si imparano, presto inizieremo la nostra formazione, se vorrai ti invieremo le informazioni.

"Se non è nelle tue mani cambiare una situazione che ti causa dolore, puoi sempre scegliere l'atteggiamento con cui affrontare quella sofferenza". Viktor Frankl

Forse conosci la storia di Vicktor Frankl, un sopravvissuto all'Olocausto nazista, che perse moglie e genitori in un campo di concentramento nazista. Dopo il suo rilascio nel 1945 scrisse il suo famoso libro La ricerca del significato da parte dell'uomo, dove descrive la vita di un prigioniero in un campo di concentramento dal punto di vista di uno psichiatra.

Vivendo nel proprio essere ciò che significava un'esistenza nuda, senza niente, il libro descrive il modo in cui era riuscito a sopravvivere nonostante avesse perso tutto, tutto ciò che aveva visto distrutto intorno a lui. Spiega come gli era stato tolto tutto quello che valeva la pena.

Ha sofferto la fame, il freddo e la brutalità per mano delle guardie naziste. In diverse occasioni è stato sull'orlo della morte, proprio come ha visto la morte intorno a lui. Tuttavia, l'obiettivo di Frankl è aiutare le persone a raggiungere un temperamento pieno di speranza riguardo alla capacità umana di trascendere le proprie difficoltà con dignità, attraverso la scoperta di un significato nelle loro vite.

Scoprendo il tuo verità conveniente e guida, l'uomo non solo trova un senso nella sua vita, ma scopre anche cosa la vita si aspetta da lui.

Viktor Frankl ha scoperto la sua verità, non era prigioniero o carceriere dei suoi pensieri, ha dato senso alla sua vita quando ha cambiato atteggiamento e modo di pensare.

Sei disposto a cambiare il tuo atteggiamento e i tuoi pensieri? Resterai in quel campo di concentramento? Il campo di concentramento in cui molti cercano di sopravvivere è la loro mente. Puoi essere libero se decidi di credere in Gesù come tuo salvatore, hai le chiavi per essere libero.

Leggi qui: I 7 principi per dare un senso alla tua vita

Innamorato e leadership,

Pedro Sifontes

Docente e Leadership e Coaching Trainer. Fondatore e Direttore del Center for Creative Leadership. Parroco del Centro Internazionale della Famiglia Las Buenas Nuevas, Panama.

Contatto: [email protected]