Un contadino una volta cacciava un'aquila nella foresta, la portò a casa e la sollevò tra i suoi piatti e i tacchini. Cinque anni dopo, un naturalista venne a trovarlo e vide l'uccello. Gli ha detto:

"Quella è un'aquila, non un pollo!"

"Sì," rispose il contadino, "ma l'ho già allevata per essere pollo."

"Anche così", ha detto il naturalista, "ha ali che si estendono per quindici piedi." È un'aquila!
"Non volerà mai", disse il contadino.

Il naturalista non fu d'accordo e decisero di mettere alla prova la loro differenza.

Per prima cosa, il naturalista prese l'aquila e disse:

-Aquila, sei un'aquila; appartieni al cielo e non alla terra; spiega le ali e vola.

L'aquila vide i polli e saltò a terra. Il giorno successivo, il naturalista portò l'aquila in cima alla casa e le disse la stessa cosa prima di rilasciarla. Di nuovo, individuò i polli di sotto e svolazzò per unirsi a loro e mangiare.

"Un altro tentativo", disse il naturalista.

Ha portato l'aquila su una montagna. L'uccello tremante si guardò intorno e poi il naturalista gli fece guardare il sole. Per un attimo, l'aquila spiegò le ali, lanciò un potente stridio e volò via, per non tornare più.

Altri potrebbero dire che sei un pezzo di carne, un pollo invece che un'aquila. Ma in fondo, hai uno spirito creato a immagine di Dio e sei destinato a volare.

Ogni chiamata è fantastica
quando si guarda bene.

Filippesi 3:14
Proseguo verso l'obiettivo per ottenere il premio
dell'elevata chiamata di Dio in Cristo Gesù.