“Ti odio, Alicia!” Le urlò Tom. “Non tornare mai più nella mia stanza! Sei un ladro!"

“Ehi, cosa stai dicendo!” Chiamò il nonno, scendendo nel corridoio. "Di cosa si sta urlando tutto questo?"

"Tom dice che gli ho rubato le forbici, ma non l'ho fatto," gridò Alicia dalla sua stanza. “È un bugiardo ed è meglio che non venga anche lui nella mia stanza!” Finì Alicia e chiuse la porta con uno strattone.

Con un sospiro, il nonno esaminò la stanza. Non passò molto tempo prima che scoprisse le forbici di Tom sul tavolo dell'ingresso. Entrambi i bambini, molto arrabbiati, hanno insistito sul fatto che l'altro li avesse lasciati lì.

"Silenzio!" Ordinò il nonno. Fece loro cenno di seguirlo e si diresse in cucina, dove mise un uovo e una tazza vuota sul tavolo.

"Alice, rompi questo uovo e mettilo nella tazza!" Le disse il nonno. I bambini si chiedevano dove fosse diretto il nonno con tutto questo, ma Alice obbedì.

“Ora rimetti l'uovo nel guscio. Per favore, come prima! ”Disse il nonno a Tom.

Tom si accigliò. “Cosa intendi dire?” Chiese. "Questo è impossibile nonno. Non puoi aggiustare un uovo rotto. "

“Come Humpty Dumpty, giusto?” Disse il nonno con una risatina. Poi è diventato serio. “Il punto è che c'è qualcos'altro come Humpty Dumpty, qualcosa che NON PU essere risolto facilmente. Sto pensando ai sentimenti. Bambini, vi siete detti cose brutte a vicenda. Raccogliere le parole è qualcosa di impossibile come comporre un uovo ”.

Entrambi i bambini si sentirono male. "Non dimenticare mai quanto possono essere dannose le parole", lo ammonì il nonno. “Dio dice che la lingua è come un fuoco che non può essere spento. Tale è il grande danno che le parole possono fare. Anche quando dici che ti dispiace, questo non li fa andare via. "

"Mi dispiace," disse Tom a sua sorella.

"Sì ... beh ... anche io," rispose Alicia. "Puoi entrare nella mia stanza, se vuoi."

Come stai?
Stai attento alle parole che dici o dici le cose prima di pensarle? Anche quando chiedi scusa, l'altra persona potrebbe ancora ricordare quelle parole che hai detto. Chiedi a Dio di aiutarti a controllare la tua lingua.

Efesini 4:29
Non esca dalla tua bocca nessuna parolaccia, ma solo quella che fa bene all'edificazione, secondo le necessità del momento, in modo da impartire grazia a chi ascolta.